Il progetto in sintesi - FONDAZIONE TERRE LATINE

Vai ai contenuti

Menu principale:

Il progetto in sintesi

Talenti in luce
Il progetto “Talenti in luce” della Fondazione Terre Latine

Nel corso delle attività e dei programmi culturali organizzati e svolti dalla Fondazione Terre Latine, è emerso come tema portante e ricorrente quello del “paesaggio come progetto”, idea che vede nella riflessione, nella conoscenza e nella preservazione del patrimonio storico-archeologico, artistico e culturale dei Castelli Romani, il campo di indagine principale su cui misurare anche una nostra specifica modalità di interpretare il nostro tempo ed essere attori partecipi della nostra comunità. Il paesaggio non è semplicemente il panorama ma quell’insieme di valori ambientali, storici, letterari e linguistici, lirici e poetici del luogo. E’ necessario, pertanto, disporre degli strumenti più congeniali per la conoscenza del nostro paesaggio storico.
A questo scopo è nata l’idea di istituire un riconoscimento rivolto alle tesi di laurea incentrate sullo studio del territorio dei Castelli Romani, attraverso la pubblicazione dell’elaborato di tesi e l’organizzazione di convegni e giornate di approfondimento sulle tematiche di volta in volta analizzate. L’obiettivo fondamentale dell’iniziativa è incentivare i giovani neolaureati alla ricerca e allo studio del loro territorio, in modo da porre le basi per un punto di riferimento longevo, destinato alla popolazione dei Castelli e non solo.
In altri termini, l’ iniziativa vuole incoraggiare i talenti del nostro territorio affinché si rendano utili al luogo natio e di conseguenza offrire un’opportunità di inserimento nel tessuto sociale e professionale. L’iniziativa vuole porsi in antitesi al fenomeno crescente della fuga all’estero dei nostri talenti, che purtroppo sempre più spesso sono costretti a lasciare la nostra Italia per ricavarsi opportunità professionali che il nostro paese attualmente non permette di valorizzare come necessario. Da qui il titolo del progetto “Talenti in luce”, come antitesi ai cervelli in fuga.
Il proposito di istituire un premio a quelle Tesi di Laurea rivolte al territorio dei Castelli Romani, presuppone la costituzione di un Comitato scientifico costituito ad hoc all’interno della Fondazione, che esaminerà di volta in volta le candidature avanzate dai giovani neolaureati. Le tesi prescelte, saranno pubblicate sui "Quaderni di Terre Latine" nel contesto di una Collana specificatamente dedicata.
Attualmente nella collana “Talenti in luce” de i Quaderni di Terre Latine, sono stati pubblicati due Tesi di Laurea: la prima “Conoscere, Restaurare, Rinnovare, il Santuario di Diana a Nemi” di Vanessa Mingozzi, presenta un ambizioso progetto, commisurato alla mitica leggendarietà del sito, che intende resuscitare l’arcaico legame tra il luogo, la storia e il mito. La seconda Tesi di Laurea “ Il dialetto di Genzano tra passato e presente” di Elisa Altissimi, fornisce un’accurata ricostruzione delle tradizioni storico-culturali, attraverso la presentazione del dialetto genzanese, molto caratterizzato rispetto a quello dei Castelli Romani.
Il Presidente della Fondazione Terre Latine
Bruno Baldetti

 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu